Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Durante la Grande Depressione, "Pretty Boy" Floyd rapinava le banche e bruciava i registri dei mutui, liberando i cittadini dei loro debiti

"Pretty Boy" Floyd era un rapinatore di banche americano attivo durante la Grande Depressione. Spesso, quando compieva i suoi colpi, distruggeva i documenti relativi a mutui e ipoteche, liberando molti cittadini dei loro debiti. Benché Floyd sia stato coinvolti in numerose rapine e in diversi omicidi, l'opinione pubblica era a lui favorevole. Era conosciuto come "il Robin Hood di Cookson Hills".

Pubblicato il 09/11/2021
Fonte: Wikipedia inglese (link alla fonte principale)

Charles Arthur Floyd (1904 – 1934), anche conosciuto come "Pretty Boy Floyd", fu un rapinatore di banche americano. Durante la Grande Depressione, al pari di molte altre figure simili alla sua, egli divenne quasi un "eroe" popolare, anche grazie all'ampia copertura mediatica delle sue imprese, e al fatto che durante le rapine egli bruciava i documenti relativi a debiti e ipoteche, liberando moltissime persone in un periodo storico terribile dal punto di vista economico.

Successivamente, Pretty Boy Floyd divenne una figura intrisa di sfumature tragiche, e a volte venne considerato persino una vittima dei tempi duri della Grande Depressione negli Stati Uniti. Lo stesso destino fu riservato a Bonnie e Clyde e a John Dillinger, portati al successo anche grazie al cinema. Il secondo, in particolare, è stato definito un "Robin Hood", proprio come accadde anche a Pretty Boy Floyd.

Floyd era già coinvolto nelle attività criminose a 20 anni. Entrò nelle prime bande di criminali a Kansas City, e fu proprio in questo periodo che gli fu dato (proprio da una vittima delle rapine) il nomignolo di "Pretty Boy", ovvero "bel ragazzetto", o "ragazzo dall'aria pulita". Al pari del suo contemporaneo Baby Face Nelson, Floyd non gradì mai questo soprannome.

Floyd sfuggì diverse volte alla cattura da parte dell'FBI e di altre forze dell'ordine. Alla fine, però, il 18 ottobre 1934, ebbe un incidente in macchina con alcuni compagni della banda, mentre si allontanavano da Buffalo. L'auto venne distrutta e Floyd e un compagno vennero trovati il mattino dopo sdraiati sul bordo della strada. Insospettiti, chiamarono la polizia. Il compagno di Pretty Boy Floyd venne catturato quasi subito, mentre quest'ultimo scappò in un boschetto e vi rimase nascosto per qualche giorno, iniziando a nutrirsi di bacche.

Alla fine, il 22 ottobre, Floyd venne ucciso mentre cercava di oltrepassare un posto di blocco a East Liverpool, in Ohio.

Pretty Boy Floyd
Pretty Boy Floyd // Wikimedia // PD
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!