Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Si Kaddour Benghabrit, il parroco della Grande Moschea di Parigi che salvò centinaia di ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale

Si Kaddour Benghabrit, il parroco della Grande Moschea di Parigi, salvò le vite di oltre 500 ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale. Diede loro i certificati di identità musulmana, così che potessero passare per musulmani ed evitare l’arresto e la deportazione.

Pubblicato il 28/03/2019
Fonte: Wikipedia inglese (link alla fonte principale)
Nel V arrondissement di Parigi c’è la Grande Moschea, la più grande moschea di Francia e la terza d’Europa.
Completata nel 1926, comprende un istituto per aiutare i musulmani che vivevano o che visitavano l’area. Forniva consigli spirituali ma supportava anche i nuovi immigrati, per inserirli meglio in città.

Si Kaddour Benghabrit (o Ben Ghabrit), era solito frequentare i salotti della città ed era conosciuto come “il musulmano più parigino di tutti”. Durante la Seconda Guerra Mondiale, dopo la caduta della Francia, si spese molto per proteggere la sua gente, sia i musulmani sia gli ebrei. Creò documenti per centinaia di ebrei, certificandoli come musulmani per proteggerli. E riuscì anche a nasconderli nella moschea durante le ronde tedesche, e a farli trasportare dalla resistenza fuori dal paese. Durante la guerra in Francia, poi, molti musulmani si unirono alla Resistenza francese.

Si Kaddour Benghabrit
Pubblico dominio




Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!