Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

La storia dell'invenzione della porta USB

L’inventore della porta USB l’aveva inizialmente pensata affinché fosse reversibile, ma l’idea venne scartata perché aumentava i costi di produzione. Anche se l’USB è diventato uno standard, ancora si pente della decisione. ”Con il senno di poi, l’abbiamo cannata”

Pubblicato il 12/06/2019
Anche se oggi sembrano starsi affermando i suoi successori, la USB è probabilmente il più popolare standard tecnologico dell'era dei PC. Le sue origini sono però abbastanza insospettabili: l'ossessione che spinse Ajay Bhatt, della Intel, alla creazione della Universal Serial Bus, nacque da semplici problemi con la stampante.
Oggi sembrano molto lontani i tempi della tecnologia degli anni '90 – e in un certo senso lo sono. Porte complesse e irritanti, e di tante tipologie differenti.
L'obiettivo di Bhatt era la creazione di un semplice standard universale, a basso costo. Ma in realtà il suo sogno non era una visione condivisa da molti. Il suo capo voleva sondare il terreno prima di avviare il progetto, ma pochi si mostrarono interessati.
La Apple, che stava sviluppando una propria tecnologia, FireWire, respinse l'idea. "Aveva poco interesse nel fare qualsiasi accordo o nel lavorare con noi". FireWire era decisamente diverso da USB: essendo peer-to-peer, ogni device connesso doveva avere un controllore potente all'interno. Un mouse, una tastiera o un joystick non potevano assorbirne il costo. La USB, invece, verrà ideata per mantenere la complessità nel PC, senza caricare le periferiche.
Quando finalmente il nuovo standard venne accettato da più parti, non fu facile integrarlo nelle tecnologie. I primi dispositivi USB vennero rilasciati nel '96, dopo l'uscita di Windows 95. Ma il supporto, da parte di quest'ultimo, era orribile. Solo dopo una successiva release era garantito. Con l'arrivo di Windows 98 si fece un passo avanti, ma Bhatt sostiene che fu solo nel 1999 che si arrivò ad assicurare un uso tranquillo e universale della USB.

C'è un'unica grande macchia che non fu mai risolta. Si scherza, dicendo che bisogna inserire una USB tre volte prima di farla entrare correttamente. Secondo Bhatt a un certo punto avevano considerato un connettore reversibile, ma i costi erano proibitivi.
"Sarebbero serviti il doppio dei cavi, e questo significa il doppio del costo". 20 anni dopo l'intenzione della tecnologia, il padre della USB affermò che quella non fu una decisione felice: anzi, probabilmente fu il maggior punto dolente della USB. "Con il senno di poi, abbiamo cannato".

Cavo usb
Pixabay



Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!