Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

La civiltà della valle dell’Indo: la storia di uno dei primissimi popoli del mondo

Due millenni prima dell’Antica Roma, la civiltà della valle dell’Indo aveva bagni pubblici, stanze da bagno personali e una rete per lo scarico delle acque, con condotti coperti che correvano lungo le vie principali delle città. Si trattava di uno dei primissimi acquedotti della storia.

Pubblicato il 13/06/2019
Fonte: Wikipedia inglese, Wikipedia italiana (link alla fonte principale)
Cinque millenni fa, a partire dal 3000 a.e.v., la civiltà della valle dell'Indo iniziò a fiorire lungo il fiume omonimo nel subcontinente indiano.
Conosciuta anche come "civiltà dell'Indo-Sarasvati" (per via dell'altro fiume lungo cui si sviluppò), è tra le civiltà più antiche del mondo, accanto a quelle mesopotamiche e dell'antico Egitto.
Gli abitanti della valle dell'Indo erano già riuniti in agglomerati urbani e avevano sviluppato l'uso della scrittura.
La cultura della valle dell'Indo iniziò a svilupparsi in forme embrionali nel 4000 a.C., con reti commerciali che garantivano lo scambio di pietre ornamentali e di diversi vegetali.
Le città vere e proprie nacquero soprattutto a partire dal 2600 a.C., quando gli antichi villaggi iniziarono a strutturarsi assumendo forme più complesse. Le città avevano migliaia di abitanti: agricoltori, artigiani e commercianti convivevano e produssero una cultura fiorente, che promosse l'unificazione dei vari gruppi locali.

Statuine in terracotta della civiltà della valle dell'Indo. Si trattava di giocattoli o di piccole immagini votive
Statuine in terracotta della civiltà della valle dell'Indo. Si trattava di giocattoli o di piccole immagini votive // Trish Mayo from New York // Wikimedia // CC


Tra gli aspetti più notevoli della civiltà della valle dell'Indo c'era l'ingegneria idraulica. Le popolazioni avevano notevoli risorse idriche e furono i primi ad inventare alcuni tipi di dispositivi sanitari: le città avevano bagni pubblici, e le case bagni privati. Le fognature erano costituite da condotti sotterranei costruiti con mattoni disposti in modo particolare ed accurato. Gli scarichi delle case erano connessi a scarichi condivisi più grandi, grazie a tubature di terracotta.
Le case erano a due piani, e a quanto pare avevano tutte accesso all'acqua e la possibilità di scaricare – le risorse erano distribuite in maniera egualitaria.

Rama's Arrow // Wikimedia // CC
Saqib Qayyum // Wikipedia // CC

Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!