Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Il metodo di Beethoven per

Per far fronte alla sua sordità, Beethoven mordeva un’asta di metallo attaccata al piano: così, attraverso le vibrazioni, “sentiva” la sua musica

Pubblicato il 10/08/2018 alle 20:36
Uno dei fatti più conosciuti riguardo al grande compositore tedesco di fine Settecento, Ludwig van Beethoven, è che divenne sordo nell’ultimo periodo della sua vita. Questo ha afflitto molti dei suoi fan, al pensiero che non potesse sentire la propria musica. Ma non era del tutto vero.
Quando perse l’udito, all’età di 45 anni, Beethoven iniziò ad ascoltare il pianoforte che suonava in un modo un po’ diverso: mordendo un’asta di metallo collegata al piano. Attraverso le vibrazioni, riusciva in qualche modo a distinguere i vari suoni.
Dopo essere diventato sordo, Beethoven ha anche presentato al mondo una delle sue opere più celebri: la Nona Sinfonia.

Beethoven
Ludwig van Beethoven in un dipinto di Carl Schloesser // PD
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!