Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

L'uomo che ha mangiato 300 pasti gratis grazie ad un biglietto aereo di prima classe

Un uomo, in Cina, ha comprato un biglietto aereo di prima classe che includeva l'accesso a un VIP lounge dove veniva offerto del cibo gratis. L'uomo ha cambiato il biglietto più di 300 volte in un anno, ricevendo oltre 300 pasti gratis. Quando la faccenda è stata investigata, è stato scoperto che subito dopo aver mangiato l'uomo cambiava la prenotazione rimandandola di qualche ora. Alla fine, ha cancellato il biglietto e ricevuto un rimborso completo.

Pubblicato il 01/09/2020 alle 20:25
Quando acquisti un biglietto di prima classe per un viaggio aereo, vieni trattato con mille riguardi. Un uomo che si può definire geniale, in Cina, ha deciso di approfittare di questo fatto per mangiare gratis per un intero anno. Tutto grazie all'accesso nel VIP lounge garantito dall'acquisto del biglietto di prima classe per un volo della China Eastern Airlines.
L'uomo si chiama Kwong Wah Yit Poh. Dopo aver acquistato il biglietto, si è recato all'aeroporto di Xi'an nel Shaanxi, e si è goduto un delizioso pranzetto prima del volo. Solo che poi non si è imbarcato. Dopo aver finito di mangiare, ha cambiato il momento della partenza, spostandolo a un altro giorno. Ed è semplicemente tornato a casa. Il giorno dopo, munito di un "nuovo" biglietto, è tornato a godersi il pasto gratis. Appena finito, poi, ha spostato di nuovo la partenza. E ha continuato a fare così per oltre 300 giorni.
Ogni volta cambiava anche l'itinerario del viaggio: è così che ha potuto ottenere un nuovo pasto ogni volta. Sicuramente l'uomo si era studiato bene il meccanismo.

Ma la parte migliore deve ancora arrivare. Perché quando la China Eastern Airlines ha iniziato ad investigare sulla faccenda, l'uomo ha semplicemente cancellato il biglietto ed ha potuto ottenere un rimborso completo.


Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!