Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Durante le riprese di Tokyo Drift, la Universal Pictures non ebbe il permesso di flmare, ma lo fece ugualmente assumendo un tizio per prendersi la colpa

Durante le riprese di Tokyo Drift, la Universal Pictures non riuscì ad ottenere il permesso per filmare a Shibuya. Lo fecero ugualmente, e assunsero un tizio per fare da capro espiatorio. All'arrivo della polizia, il tizio finse di essere il registra e passò una notte in prigione al posto suo.

Pubblicato il 13/06/2021
Fonte: ScreenRant, DigitalSpy (link alla fonte principale)

I personaggi di Fast & Furios non si fanno problemi a violare la legge, ma si può dire lo stesso anche della troupe di The Fast and the Furious: Tokyo Drift, del 2006. Il film venne diretto da Justin Lin, e il regista voleva delle autentiche riprese di Tokyo per rendere l'atmosfera della città. In particolare, c'era bisogno di ambientazioni del quartiere speciale di Shibuya, una delle zone più affollate di Tokyo.

L'idea era quella di avere delle riprese di un gruppo di automobili che sfrecciano attraverso il famoso incrocio di Shibuya. Ottenere il permesso per girare un film a Tokyo, però, è particolarmente difficile. Soprattutto per i registi di altri paesi. Lin non ci riuscì, ma la scene venne girata lo stesso. Lo studio Universal Pictures, però, si preparò per ogni evenienza.

Lo studio era ben consapevole della difficoltà nell'ottenere i permessi in Giappone. In effetti, la maggior parte dei film ambientati a Tokyo sono in realtà girati in altri luoghi. Il processo è costoso e frustrante, e il risultato è che al cinema, spesso, Tokyo è rappresentata in modo poco autentico.

La Universal assunse un "capro espiatorio", ovvero un tizio che rimanesse sul set, pronto a prendersi la colpa in caso di problemi. In effetti, poco dopo le riprese di Shibuya, la troupe venne cacciata dalla zona e la polizia cercò di arrestare il regista. Il tizio assunto per fare da capro espiatorio sostenne di essere Lin e passò al suo posto una notte in prigione.

Shibuya
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!