Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Il "linguaggio" dei pipistrelli

I pipistrelli hanno qualcosa di simile a un linguaggio. Sono una delle poche specie, oltre agli umani, i cui individui si rivolgono a specifici altri quando comunicano. Molte altre specie emettono soltanto suoni generici, mentre i pipistrelli possono veicolare messaggi particolari – e spesso litigano tra loro.

Pubblicato il 18/10/2019
Esistono moltissimi animali in grado di comunicare, ma la maggior parte di loro lo fanno in maniera generale. I ricercatori dell'università di Tel Aviv, però, hanno scoperto nel 2016 che i pipistrelli costituiscono un'eccezione: le loro comunicazioni possono diventare davvero specifiche. Gli scienziati hanno infatti riportato come i rossetti egiziani (Rousettus aegyptiacus) non producono semplicemente squittii acutissimi quando si riuniscono. Parlano, piuttosto, di problemi molto specifici.
Le registrazioni dei suoni prodotti nel corso di 75 giorni ha rivelato, grazie ad un'analisi condotta con algoritmi di machine learning, che determinati versi di questi pipistrelli sono associati a determinate attività, o a determinate situazioni.
Le quattro categorie principali individuate dai ricercatori sono il cibo, le posizioni con cui dormono nel nido, le lamentele per i maschi che fanno avances non volute e quelle per gli individui che si siedono troppo vicino.
E non è tutto: i pipistrelli producono versioni leggermente differenti di queste "chiamate" quando si rivolgono a differenti individui del gruppo. Un po' come gli umani che cambiano tono di voce quando si rivolgono a persone diverse.

C'è adesso da capire sei pipistrelli sono nati conoscendo questo loro "linguaggio" o se lo imparano vivendo nelle colonie.

rossetti egiziani
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!