Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Nicholas Culpeper, il medico che offriva i suoi servizi gratuitamente

Nicholas Culpeper era un medico del 17esimo secolo che sposò una facoltosa ereditiera. Questo gli permise di offrire i suoi servizi gratuitamente. Tradusse anche diversi testi di medicina dal latino all'inglese, vendendoli per pochi soldi: credeva che la medicina dovesse essere un bene pubblico e non un segreto commerciale

Pubblicato il 27/09/2019
Fonte: Wikipedia inglese (link alla fonte principale)
Nicholas Culpeper fu un medico, botanico e astrologo inglese. Nato (forse) nel 1616, suo padre morì quando era piccolo, e Culpeper passò l'infanzia sulle collezioni di orologi del nonno e sui testi di medicina della biblioteca. Sua madre, invece, gli trasmise la passione per le piante medicinali e le erbe.
Nel 1640 Nicholas Culpeper sposò Alice Field, ereditiera di un ricco mercante, che gli permise di aprire una farmacia a Londra, in un momento in cui la città era scarsamente fornita per quanto riguardava il supporto medico.
Sostenendo che "nessun uomo merita di morire di fame per pagare un medico insolente e insultante" e ottenendo le erbe mediche dalla campagna vicina, Culpeper offrì i suoi servizi gratuitamente. Fu estremamente attivo, vedendo anche 40 pazienti in una sola mattina.
Culpeper credeva che la medicina dovesse essere un bene pubblico. Sentiva che l'uso del latino e i salati compensi chiesti da dottori, avvocati e preti servissero a precludere al pubblico la libertà e il potere. Aveva visioni politiche radicali e, ovviamente, venne anche accusato di praticare la stregoneria.
Le sue traduzioni in inglese di trattati sulle erbe mediche ebbero non solo un impatto importante sulla medicina delle colonie Nord-Americane, ma su tutta la dottrina moderna.


Nicholas Culpeper

Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!