Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Nel 1932 l'esercito australiano entrò in guerra contro degli emù che stavano distruggendo i terreni agricoli dell'entroterra. E perse.

Pubblicato il 11/03/2018 alle 18:20
Fonte: AtlasObscura, Wikipedia (link alla fonte principale)
Non è un pesce d'Aprile in anticipo. Si tratta di una cosa successa veramente: nel 1932 l'esercito dell'Australia dichiarò guerra agli emù.
L'evento è stato così rilevante da essere ricordato oggi come "Guerra degli Emù".
Durante la stagione degli accoppiamenti, ben 20.000 emù sono migrati nell'entroterra australiano. A quel tempo, vi si trovavano molte fattorie solitarie, che vennero prese d'assalto dagli uccelli. L'opinione pubblica era così preoccupata che si decise di impiegare l'esercito per distruggere l' "armata" errante di emù.
Vennero utilizzate addirittura le mitragliatrici, ma durante la prima battaglia del 1932 l'esercito ne uscì sconfitto, perché non riuscì nè a disperdere nè a eliminare i "nemici", se non in quantità irrisorie.

L'ornitologo Dominic Serventy fece questo commento:

" I sogni dei mitraglieri di gettare raffiche su grandi masse di emù furono presto dissolti. Il comando degli emù ha evidentemente ordinato l'uso di tecniche di guerriglia, e il suo ampio e disorganizzato esercito si è immediatamente diviso in un innumerevole numero di piccole unità, rendendo l'uso dell'equipaggiamento militare inefficace. Un esercito umiliato viene costretto quindi a ritirarsi dal campo di battaglia dopo quasi un mese"

Sotto, potete vedere dei frame degli telegiornali dell'epoca.

Emù
Foto di christels da Pixabay


Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!