Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Il fuggitivo che si è nascosto tre anni in un bunker fai-da-te super-attrezzato

Jeremiah Button, un fuggitivo catturato nel 2019, è sfuggito alle autorità per tre anni e mezzo vivendo in un bunker in Wisconsin, che si era realizzato totalmente da solo. C'era cibo in scatola, elettricità, televisione, computer e radio. Ha anche costruito un sistema di filtraggio dell'acqua e installato pannelli solari sul tetto, oltre ad un generatore alimentato da una cyclette.

Pubblicato il 09/12/2020

Un fuggitivo del Wisconsin, ricercato per abusi su minore e pedopornografia, si è nascosto per oltre tre anni in un bunker fai-da-te, alimentato da pannelli solari e da un generatore a pedali. Soltanto nel 2019, quando un cacciatore si è imbattuto per caso in lui, Jeremiah Button è stato catturato.

Il cacciatore, Thomas Nelson di Wausau, ha trovato un bunker di legno dall'aspetto sospetto, incavato in un lungofiume a Ringle, vicino a Madison. Incuriosendosi, è tornato a controllare il bunker qualche giorno dopo, e ha trovato la porta aperta. Dopo essere entrato, ha trovato il 44enne ricercato, scomparso dal 2016, poco prima del suo processo.

"Apro la porta e guardo dentro. Vedo cibo in scatola, e ci sono delle scatole di cartone e dico… entro". Ha dichiarato Nelson. "Giro l'angolo e lo trovo disteso sul letto. Stavo tremando quando sono entrato e stavo tremando quando sono uscito."

Il cacciatore è fuggito e ha chiamato la polizia, guidando gli agenti al bunker. Ci vollero 20 minuti prima che Button si arrendesse. Lo sceriffo Matt Kecker ha riportato che, tuttavia, egli sembrava quasi felice di poter avere finalmente un po' di interazione sociale.

Button, che aveva iniziato a fare provviste quando la discussione del suo caso si faceva imminente, aveva sistemato pannelli solari sul tetto, che fornivano energia a luci a LED. Nel suo bunker c'erano anche radio, ventilatori e diversi altri tipi di equipaggiamento elettronico. C'era anche un generatore a pedali per i giorni nuvolosi.

"Non stava solo sopravvivendo, stava anzi prosperando in questa strutttura, grazie alle varie provviste e ai dispositivi che era stato in grado di trovare". Adesso, Button è sotto chiave e si pensa che ci rimarrà.



Marathon County Sheriff's Office
Marathon County Sheriff's Office
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!