Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

L'associazione ambientalista che ha ricevuto una bolletta telefonica astronomica perché qualcuno ha rubato una SIM da una cicogna

Un'associazione ambientalista polacca ha messo una carta SIM in un localizzatore GPS per seguire le rotte migratorie di una cicogna bianca. Purtroppo, però, gli addetti hanno perso le tracce della cicogna e in seguito hanno ricevuto una bolletta telefonica di 2700$: qualcuno in Sudan aveva tolto la SIM dal localizzatore per fare 20 ore di chiamate.

Pubblicato il 01/06/2021

Un'associazione ambientalista polacca ha ricevuto una salatissima bolletta telefonica dopo aver perso un localizzatore GPS messo sulla schiena di una cicogna bianca. Secondo quanto afferma Radio Polonia, il gruppo EcoLogic Group aveva messo il localizzatore sull'uccello l'anno precedente (2017), per tracciare i comportamenti migratori della cicogna.

La cicogna ha viaggiato per 6000 kilometri ed è stata localizzata nella valle di Nilo Azzurro, nel Sudan orientale, prima che ne venisse persa ogni traccia. EcoLogic ha detto a un quotidiano del luogo che qualcuno doveva aver trovato il localizzatore in Sudan e rimosso la carta SIM, per usarla per i propri scopi. Infatti, la carta ha registrato 20 ore di chiamate.

Radio Polonia dice che l'organizzazione ha ricevuto una bolletta di 10.000 zloty polacchi, corrispondenti a circa 2700$.

Il tracciamento delle cicogne è una parte importante della ricerca di ambientalisti e conservazioni degli uccelli migratori, e dati dei micro-tracciatori GPS possono essere usati per aiutare gli scienziati a capire comportamenti, abitudini e minacce di questi animali.

La cicogna bianca non è al momento a rischio, ma lo è stato in passato, a causa dell'industrializzazione e della riduzione del suo habitat naturale.

Cicogna bianca
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!