Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

I vermi preistorici congelati che hanno ripreso a vivere dopo decine di migliaia di anni

A luglio 2018 degli scienziati russi hanno prelevato dei campioni di terreno dal permafrost siberiano. Al loro interno hanno trovato due vermi preistorici. Questi, dopo essersi scongelati, hanno iniziato a muoversi e mangiare. Uno di loro ha 32.000 anni, l’altro 40.000

Pubblicato il 06/10/2018 alle 19:30
Fonte: Gizmodo, Smithsonian Mag, Atlas Obscura (link alla fonte principale)
A luglio del 2018 degli scienziati russi hanno annunciato al mondo di aver scoperto un antico nematode in grado di "risorgere" dopo essere stato congelato nel ghiaccio per oltre 30.000 anni.
L'annuncio è stato fatto sulla rivista Doklady Biological Sciences. Il team di scienziati ha trovato i vermi nel permafrost della Siberia Nord-Orientale, tra 300 campioni di terreno prelevato per delle ricerche. Uno di essi veniva da una tana di scoiattolo di 32mila anni fa, mentre l'altro da un ghiacciaio di 40.000 anni fa.
Dopo essere stati scongelati, i due vermi (di due specie differenti) hanno ricominciato a vivere come se nulla fosse, muovendosi e ricominciando addirittura a mangiare.

Se quello che affermano gli scienziati fosse vero, sarebbe la prima volta (provata) che un organismo multicellulare è riuscito a resuscitare dopo migliaia di anni di congelato. Secondo il nematologo Robin M. Giblin-Davis, interpellato da Gizmodo, quanto sarebbe successo non è assolutamente impossibile, basandoci su quanto si sa oggi su questi animaletti, a volte capaci di sopravvivere a condizioni estreme.

nematodi resuscitati dopo migliaia di anni
Shatilovich, et al. (Doklady Biological Sciences)



nematodi resuscitati dopo migliaia di anni
East2west News

Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!