Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Louis Le Prince, il primo vero inventore della cinepresa

Louis Le Prince, che realizzò la prima ripresa di scene in movimento della storia, sparì senza lasciare traccia nel 1890. Thomas Edison si aggiudicò presto il brevetto e venne riconosciuto come inventore del cinema. Il figlio di Le Prince testimoniò contro di lui in tribunale, ma solo due anni dopo morì anche lui in circostanze sospette.

Pubblicato il 13/03/2020 alle 21:11
Fonte: Wikipedia inglese (link alla fonte principale)
Louis Le Prince è una figura che non è conosciuta quanto dovrebbe. Artista francese, inventò una cinepresa per effettuare riprese di scene in movimento, e fu la prima persona ad ottenere questo traguardo.
Nell'ottobre del 1888 Louis Le Prince realizzò due famose sequenze: quella di Roundhay Garden (che raffigurava la sua famiglia in giardino) e quella del ponte di Leeds (la città in Inghilterra dove si trovava l'artista al tempo).
Le invenzioni di Le Prince arrivarono molto in anticipo rispetto a quelle di Auguste e Louis Lumière (che inventarono il primo proiettore a pellicola a lente singola per il grande pubblico) e di William K. Dickson, che lavorava per conto di Thomas Alva Edison, che si sarebbe aggiudicato il brevetto per la prima cinepresa a lente singola.
Le Prince aveva depositato, negli Stati Uniti, quello per il dispositivo a 16 lenti, ma non poté fare altrettanto con quello a lente singola, perché scomparve il 16 settembre 1890.
Ancora oggi la scomparsa di Louis Le Prince è un mistero. Venne visto per l'ultima volta mentre saliva su un treno a Digione, diretto a Parigi. Sparì senza lasciare traccia, e c'è chi ha avanzato l'ipotesi che sia stato proprio Edison ad organizzare la sua eliminazione. Ci sono però anche altre possibilità: ad esempio, il fatto che si sia suicidato a causa dei debiti, o che sia stato ucciso dal fratello dopo che era stata svelata una segreta omosessualità di Louis. Quest'ultima ipotesi, però, è rigettata con forza dai discendenti, che ricordano quanto tempo e denaro la famiglia avesse speso, al tempo, per ritrovarlo.

Nel 2004 nell'archivio della polizia francese venne trovata una fotografia di un uomo trovato affogato nella Senna, che aveva una forte somiglianza con Louis Le Prince.

All'inizio del 1890 i dipendenti di Edison avevano iniziato gli esperimenti per il brevetto e l'anno successivo i risultati vennero mostrati al pubblico. La vedova e il figlio Adolphe avviarono una battaglia legale per riconoscere Louis come l'inventore della cinematografia.
Nel 1898 Adolphe testimoniò contro Edison ma non poté mostrare i prototipi del padre come prova. Alla fine, Edison riuscì a controllare i brevetti negli USA per molti anni.

Un pochino sospetto è il fatto che, due anni, Adolphe venne trovato assassinato: era stato colpito con un proiettile mentre cacciava anatre.
Non sappiamo se Edison possa davvero essere arrivato a tanto: non ci sono prove a sostegno. Quello che è certo, però, è che Edison era abbastanza abituato a prendere il credito per invenzioni degli altri. Basta vedere la rivalità che ebbe con Tesla. Suo dipendente, ma con molta più preparazione teorica, Tesla inventò la corrente alternata, mentre Edison sosteneva la meno efficiente corrente continua. Alla fine, benché la corrente alternata fosse diventato il sistema più utilizzato, Edison se ne prese il merito grazie alla maggiore influenza di cui disponeva.

Louis Le Prince
Louis Le Prince // Wikimedia // PD
LePrince Camera-Projector Type-1 MkII, 1888



Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!