Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi

Le donne azteche che morivano partorendo finivano nel paradiso dei guerrieri

Gli aztechi consideravano il parto come una battaglia. Le donne che morivano partorendo finivano nel paradiso più onorevole di tutti: lo stesso dei guerrieri che morivano in battaglia

Pubblicato il 15/04/2017
Fonte: Wikipedia inglese e Wikipedia italiana
Gli aztechi avevano diversi aldilà.
Il modo in cui una persona moriva sanciva il destino della sua anima: uno era rappresentato dal sole, un altro era detto Mictlan (il mondo sotterraneo), un terzo era chiamato Tlalocan.
Il sole era considerato il paradiso più alto e onorevole: pensavano che le anime dei guerrieri morti in battaglia diventassero colibrì, per seguire il sole nel suo viaggio nel cielo.
Gli altri due paradisi erano destinati a persone morte in modo meno onorevole. In particolare, Tlalocan era la meta delle persone morte per annegamento.
Il primo paradiso non era la meta dei soli guerrieri: anche le donne morte di parto finivano lassù.
Questo perché gli aztechi consideravano il parto come un'onorevole battaglia.

Tempio azteco
Foto di Michal Jarmoluk da Pixabay
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!