Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Le femmine di elefante masticano le foglie di un albero per indursi il travaglio

Alcuni ricercatori hanno scoperto che gli elefanti africani si auto-medicano masticando le foglie di uno specifico albero, allo scopo di indurre il travaglio. Le donne del Kenya utilizzano le foglie dello stesso albero per preparare dei té con lo stesso scopo.

Pubblicato il 23/02/2021

Sappiamo da tempo che gli animali sanno come ubriacarsi o sballarsi sfruttando le proprietà di piante e radici o di frutta fermentata. Solo di recente, però, gli scienziati hanno iniziato a studiare i modi in cui gli animali si auto-medicano, avviando un campo di studio detto zoofarmacognosia. Proprio in questo contesto si è scoperto che le elefantesse incinte conoscono la pianta giusta per facilitare il travaglio.

La ricercatrice H. T. Dublin ha passato un anno osservando un gruppo di elefanti, registrando meticolosamente la loro dieta e i tragitti percorsi per trovare cibo. Un giorno, però, una femmina si è discostata dal solito tragitto. In stato di gravidanza avanzata, ha camminato per kilometri da sola finché non ha trovato un particolare albero, che nessuno degli elefanti osservati aveva finora mai mangiato. L'elefantessa ha divorato tutte le foglie dell'albero, e il giorno dopo è tornata a mangiare in modo regolare. Quattro giorni dopo, però, la creatura ha dato alla luce il piccolo.

Benché Dublin fosse rimasta colpita da questo evento, non gli aveva dato troppa importanza. La gravidanza degli elefanti dura circa 22 mesi, certo, ma il fatto che quattro giorni prima della fine l'elefantessa si fosse nutrita in modo insolito formava comunque un'associazione troppo debole.

elefante con un cucciolo
Photo by Jason Zhao on Unsplash

Quando la ricercatrice si informò riguardo a quel particolare tipo di pianta, tuttavia, scoprì che le donne del Kenya a volte la usano loro stesse per creare un té per indurre il travaglio. La pianta, della famiglia delle Boraginaceae, è parente della borragine, che è stata a lungo utilizzata per lo stesso scopo dalle donne del Mediterraneo. Ciò che è stato osservato dalla Dublin suggerisce che anche gli elefanti conoscono questa proprietà delle Boraginaceae.

Se questo fosse vero, rimane da chiedersi come, a tutti gli effetti, le elefantesse acquisiscono questo tipo di conoscenza medica. La loro è una società matriarcale, e le femmine più anziane insegnano a quelle più giovani diverse strategie di sopravvivenza, tra cui dove trovare cibo e acqua. Probabilmente informazioni sulle proprietà delle piante sono trasmesse da generazione a generazione, ma non è ben chiaro come. Potrebbe essere un comportamento istintivo: è possibile che, nelle fasi finali della gravidanza, le elefantesse bramino questo tipo di pianta proprio come le donne umane sentono il bisogno di cibi ricchi di calorie e vitamine.

Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!