Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Molti tipi di uccelli hanno piumaggi ultravioletti

Alcune specie di uccelli possono vedere gli ultravioletti, e le loro piume hanno dei pattern che possono essere visti solo in UV. In alcune di quelle specie, i maschi e le femmine a noi possono apparire identici, anche se loro si vedono in realtà molto differenti

Pubblicato il 14/03/2019 alle 21:54
Fonte: The Atlantic, ScienceAlert (link alla fonte principale)
Per come è fatto l’occhio umano, noi possiamo soltanto vedere la luce che ricade nel cosiddetto “spettro visibile”, compreso tra i 390 nanometri (che a noi appare viola) e i 700 nanometri (che ci appare rosso).
La luce ultravioletta è composta da lunghezze d’onda sotto i 390 nanometri (fino ai 100).
I nostri occhi contengono recettori, detti coni, che sono particolarmente sensibili a tre lunghezze d’onda principale, e quindi a tre colori principali (rosso, blu e verde). Di recente è stato scoperto che alcuni tipi di uccelli hanno più tipi differenti di coni: quattro, o addirittura cinque.
Pertanto, gli uccelli possono a tutti gli effetti vedere più colori di noi, tra cui quelli che ricadono nello spettro ultravioletto. La visione ultravioletta li aiuta in molti tipi di compiti, tra cui quello di trovare il cibo.
I naturalisti pensano che ci siano centinaia di specie di uccelli che hanno piumaggi con zone che riflettono gli ultravioletti. Tra questi ci sono sicuramente gli storni, alcuni uccelli canori tropicali e diversi tipi di pappagalli. Si tratta di un’esperienza sensoriale a noi inaccessibile, e non possiamo immaginare come sia, ma ci sono tutte le ragioni per credere che questi colori giochino un ruolo importante.

Due pappagalli che a noi possono sembrarci identici, uno maschio e uno femmina, possono avere pattern ultravioletti diversi, che fanno sì che loro possano vedersi molto differenti l’uno dall’altro. E questo può influenzare anche la selezione del partner: una cresta brillante di ultravioletto può attrarre maggiormente le femmine. Inoltre, molti pulcini hanno dei segni ultravioletti intorno al becco, e ciò aiuta la mamma a nutrirli.

Il becco di una pulcinella di mare // TONY DIAMOND/ATLANTIC LABORATORY FOR AVIAN RESEARCH


Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!