Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

La tintura rossa che permette di salvare i rinoceronti dai bracconieri

I conservazionisti in Sud Africa infondono una speciale tintura rossa nei corni dei rinoceronti vivi. La mistura rende il corno completamente inutile ai bracconieri intenzionati a venderlo, e anche tossico per il consumo umano

Pubblicato il 11/03/2019
Molti di voi sapranno che la popolazione dei rinoceronti in molte zone dell’Africa è minacciata dai bracconieri. Alcuni degli scorsi anni hanno visto più di 1000 uccisioni di rinoceronti da parte di criminali, interessati alla vendita dei corni ai mercati neri asiatici. La medicina tradizionale di molte parti dell’Asia ritiene erroneamente che il corno di rinoceronte sia una cura contro varie malattie, e al contempo un afrodisiaco. In Vietnam, dove c’è il più vasto mercato per questo sfortunato prodotto, un singolo corno viene venduto a cifre ridicolmente alte, che possono superare le diverse centinaia di migliaia di dollari.

In Sud Africa, in questi anni si sta prendendo in mano la situazione, infondendo nei corni dei rinoceronti vivi delle tinture e delle tossine che fanno perdere a questa parte del corpo tutto il suo valore sul mercato nero. Infatti, il consumo umano diventa impossibile in quanto la sostanza derivata dal corno sarebbe letale.
Si chiama Rhino Rescue Project: i conservazionisti hanno rintracciato dall’alto gli animali nella Sabi Sands Private Game Reserve. Dopo averli sedati, gli hanno somministrato la sostanza, per poi liberarli nuovamente, con la miglior protezione che si possa sperare di dar loro.

Rinoceronte con corno tinto di rosso

Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!