Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Nella miniera d'oro più profonda del mondo, i minatori abusivi diventano veri e propri "fantasmi"

La Miniera sudafricana di Mponeng è la miniera più profonda del mondo. Ha una profondità di oltre 4 chilometri, e per arrivare sul fondo ci vuole più di un'ora. I minatori abusivi si infilano nella miniera e rimangono nascosti sul fondo per mesi interi. Privati di luce solare, la loro pelle diventa grigia: vengono chiamati "fantasmi".

Pubblicato il 21/09/2021

La miniera d'oro più profonda del mondo è quella sudafricana di Mponeng. Affonda nel terreno per oltre 4 chilometri: si tratta di una vera e propria città sotterranea, senza luci e senza leggi. Ogni giorno, migliaia di minatori entrano in un ascensore, e poi in un altro, e poi percorrono un'ultima parte a piedi o su un veicolo.

Sottoterra, sul fondo, la roccia è estremamente calda. Essendo più vicina al centro della Terra, la temperatura sale e arriva fino a 60 gradi centigradi. Per rendere la miniera sopportabile è necessario pompare grandi quantità di ghiaccio misto a sale sul fondo. Enormi ventilatori spingono l'aria attraverso il ghiaccio e fanno scendere le temperature della miniera fino a 30 gradi.

La miniera di Mponeng

Almeno il 10% dell'oro proveniente dalle miniere del Sudafrica è rubato: i minatori abusivi si infiltrano sul fondo di Mponeng, e vivono per mesi sotto terra, mangiando, dormendo e persino visitando delle prostitute tra i tunnel della miniera. Alla fine, a causa della mancanza di luce solare, divengano grigi e sono per questo conosciuti come "fantasmi".

Le guardie di sicurezza tendono a lasciare in pace questi minatori abusivi, visto che sono spesso armati con AK-47 e granate, ed è facilissimo sentire arrivare qualcuno, anche da lontano. La miniera è così enorme che sarebbe impossibile far arrivare la polizia in tempo.

Sul fondo della miniera c'è un'intera economia illegale sotterranea, e i minatori "legali" a volte contribuiscono. Il pane, ad esempio, costa 12 volte più del normale nell'economia illegale, e per loro è decisamente conveniente portarne un po' di più nel sacco del pranzo.

Sul fondo di Mponeng è stato anche scoperto un intero ecosistema, composto da unico batterio: Desulforudis audaxviator, che vive da solo nell'oscurità, tra le acque caldissime della miniera. Si tratta dell'unico ecosistema a singola specie mai scoperto.

Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!