Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Le coppie più felici non si pubblicizzano sui social network

In media, non sono le coppie più felici quelle che vogliono maggiormente mostrare la propria felicità sui social media. Una ricerca ha dimostrato che fare gli sdolcinati su Facebook e Instagram è più frequente per coloro che hanno insicurezze riguardo alla relazione. Chi è più sicuro ha meno bisogno di provare a convincere gli altri (e se stesso) di quanto sia di successo la sua relazione.

Pubblicato il 26/03/2019
Fonte: thoughtcatalog.com, independent.co.uk (link alla fonte principale)
Uno studio del 2013 su Facebook ha scoperto che chi l’uso di Facebook aiuta le persone ad auto-affermarsi, soddisfacendo l’intrinseco bisogno di valorizzarsi. E sembra che questo bisogno aumenti dopo che il nostro ego ha ricevuto un colpo.
Un anno dopo, un’altra ricerca pubblicata sul Personality and Social Psychology Bulletin scoprì una tendenza interessante riguardo alla “visibilità desiderata”, sui social network, per una relazione.
C’è infatti chi tende a “pubblicizzare” di più la propria relazione (e la sua presunta felicità in essa) e chi invece tiene per sé l’amore che prova per il partner. Secondo la ricerca, questa differenza dipende anche dai diversi stili di attaccamento delle persone nelle relazioni.
Uno stile di attaccamento è una modalità di relazionarsi e rapportarsi con gli altri, che ogni persona media dalla propria infanzia e dal tipo di attaccamento avuto con le figure genitoriali. Lo studio ha scoperto che uno stile di attaccamento ansioso è correlato a una maggior ricerca di consenso pubblico. In generale, inoltre, quando le persone si sentivano più insicure riguardo ai sentimenti del partner, avevano una maggiore tendenza a rendere visibili le relazioni di coppia.
Secondo la sessuologa Nikki Goldstein, le coppie che condividono di più sui social media cercano rassicurazione dagli altri per quanto riguarda la relazione. Ma questo può danneggiare il rapporto, perché “spesso non ci si vive il momento con il partner, pur di caricare un selfie di coppia sui social”.
E le caption che recitano “il mio uomo”, “la mia donna”, denotano una possessività che può essere tossica per la relazione e sgradevole per il pubblico. Secondo la Goldstein non bisogna evitare di postare, ma bisogna farlo quando ci si diverte e, allo stesso modo, si ha l’occasione di pubblicare qualcosa che sia davvero di intrattenimento per gli amici sui social.

Photo by Pablo Heimplatz on Unsplash

Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!