Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

James Thorpe, l'atleta che vinse due medaglie d'oro con le scarpe spaiate

Nel 1912 l'atleta nativo americano James Thorpe doveva partecipare ad una corsa olimpica, ma la mattina dell'evento qualcuno rubò le sue scarpe da corsa. Lui trovò due scarpe spaiate nella spazzatura e corse con quelle: quel giorno vinse ben due medaglie d'oro.

Pubblicato il 30/09/2019
Fonte: Wikipedia inglese (link alla fonte principale)
Il nome Sauk di James Thorpe era Wa-Tho-Huk, traducibile con "Sentiero Luminoso". Era un atleta di ascendenza nativo-americana, nato nel 1887.
James Thorpe si distinse per essere il primo Nativo Americano a vincere una medaglia d'oro per gli Stati Uniti, ma anche per essere un atleta estremamente versatile. Oltre ad essere un giocatore di football, baseball e basketball, infatti, vinse le medaglie d'oro dei giochi Olimpici del 1912, nel pentathlon e nel decathlon.
Le Olimpiadi, quell'anno, si tennero a Stoccolma, in Svezia. Era tra le prime volte che pentathlon e decathlon erano incluse. Per Thorpe era il primo decathlon (e anche l'ultimo), e la competizione era forte: il locale Wieslander era il favorito. Ma l'americano lo sconfisse, piazzandosi tra i primi quattro in tutti i dieci eventi, e stabilì un record che rimase imbattuto per due decenni.
Tra le altre cose, poi, l'atleta non era proprio nelle migliori condizioni possibili.
Qualcuno gli aveva rubato le scarpe da corsa, quella mattina, e se la dovette cavare con due scarpe disappaiate ce aveva trovato nella spazzatura. Per compensare il fatto che una era troppo grande dovette addirittura indossare un calzino aggiuntivo. Eppure, vinse entrambe le medaglie d'oro di quella giornata, piazzandosi primo in 8 dei 15 eventi di pentathlon e decathlon.



(immagini di dominio pubblico via Wikimedia)
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!