Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

La difficoltà di Leonardo DiCaprio nel dire gli insulti razzisti in Django Unchained

Durante le riprese di una scena di Django Unchained, Leonardo DiCaprio si è fermato perché faceva fatica ad interpretare un personaggio che proferiva tanti insulti razzisti. Samuel L. Jackson l’ha preso da parte, dicendogli: “per noi è questo è solo un giovedì come gli altri, motherfucker”

Pubblicato il 01/08/2018 alle 21:37
In Django Unchained , Leonardo DiCaprio interpreta il capo di una piantagione, Calvin Candie, che costringe i suoi lavoratori maschi a combattere per il suo divertimento, e le femmine alla prostituzione.
DiCaprio non è riuscito ad identificarsi con il personaggio, e questo l’ha reso un lavoro molto difficile per lui. “Odiavo quel personaggio, era uno dei più narcisistici, razzisti, personaggi che avessi mai letto nella mia vita”.

L’attore voleva rendere il suo personaggio più morbido, ma i suoi colleghi che interpretavano gli schiavi (tra cui Samuel L. Jackson) l’hanno convinto a non farlo, ricordandolo che ci sono davvero stati schiavisti del genere nella storia americana.

DiCaprio faticava anche a dire “ne*ro” più e più volte. A un certo punto fu costretto a fermarsi, e Samuel lo ha preso da parte, dicendo: “Hey, motherfucker, questo è un giovedì come gli altri per noi. Andiamo!”.


Django Unchained
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!