Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Dashrath Manjhi, l' "uomo della montagna"

Un uomo indiano chiamato Dashrath Manjhi ha passato 22 anni a scavare attraverso una montagna un sentiero lungo 110 metri, utilizzando soltanto martello e scalpello, per ridurre la distanza tra il suo villaggio e il dottore più vicino (da 55 km a 15 km). Sua moglie era morta perché non aveva potuto avere assistenza in tempo, e Dashrath volle assicurarsi che non succedesse a nessun altro.

Pubblicato il 19/03/2020 alle 21:22
Fonte: Wikipedia inglese (link alla fonte principale)
Dashrath Manjhi, anche conosciuto come "uomo della montagna", era un lavoratore del villaggio Gehlaur, nel Bihar, in India.
L'uomo scavò un sentiero lungo 110 metri, per creare un passaggio attraverso la montagna presso il suo villaggio. Ci mise 22 anni e utilizzò soltanto martello e scalpello.

Nel 1959 la moglie di Manjhi fu severamente ferita, e morì, dopo un incidente lungo un sentiero lungo una cresta di roccia. La città più vicina in cui c'era un dottore era a ben 55 kilometri. La donna fu assistita in tempo.
Fu da allora che Manjhi iniziò a scavare il sentiero, con l'obiettivo di rendere le cure mediche accessibili ai suoi concittadini, affinché non capitasse a nessun altro ciò che era successo a sua moglie. Il sentiero, lungo 110 metri, arriva a una profondità di 7,7 metri e a un'ampiezza di 9,1 metri. Da 55 kilometri, la distanza con la città più vicina scese a 15 kilometri.


Un francobollo per commemorare Dashrath Manjhi
India Post, Government of India



Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!