Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

L'impavido tasso del miele non si fa problemi a cacciare serpenti velenosi e ad assaltare alveari

Il tasso del miele mangia porcospini e serpenti velenosi, assalta alveari per mangiare il miele, rapisce cuccioli di ghepardo e ruba il cibo dai leoni affamati.

Pubblicato il 08/07/2019 alle 22:52
Fonte: National Geographic, gizmodo.com (link alla fonte principale)
Il tasso del miele è anche conosciuto come ratele. Fa parte della famiglia dei mustelidi ed è imparentato con puzzole, lontre, furetti e altri tassi. Si tratta di un onnivoro vorace che prende il nome dalla sua passione per il miele e per le larve di api da miele, ma è famoso per la sua indole temeraria e per il suo nutrirsi di ogni cosa capiti a tiro: insetti, anfibi, rettili, uccelli, mammiferi, radici e bacche varie. Un tasso del miele non si fa problemi neanche a mangiare un porcospino intero, ma va anche tranquillamente a caccia di piccoli di ghepardo e di aquila. Molti, inoltre, cacciano diversi tipi di rettili velenosi, tra cui diversi cobra. Si pensa che, visto che molte loro prede sono velenose, i tassi sviluppino una sorta di immunità al veleno e ai pungiglioni nel corso della vita. In particolare, un veleno che scioglierebbe la carne umana come quello della vipera soffiante a questo animale provoca solo una forte sonnolenza. E i pungiglioni non lo spaventano minimamente: ogni volta che può, il tasso del miele attacca gli alveari in cerca di larve di ape da miele, che si trovano anche più in profondità del miele stesso.
Oltre a procurarsi il cibo cacciando, non si fanno problemi a rubare le prede dei carnivori più grandi, addirittura anche dei leoni.
Il segreto del tasso del miele è la pelle incredibilmente spessa, che lo protegge dalla maggior parte dei morsi, dei pungiglioni e dei veleni.

Il tasso del miele si trova nell'Africa Sub-Sahariana, nell'Arabia Saudita, nell'Iran e nell'Asia occidentale. Può adattarsi a una vasta varietà di condizioni, dalle foreste pluviali calde alle più fresche montagne.

Tasso del miele
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!