Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Il romanzo originale de La Sirenetta è un po' più macabro della fiaba tramandata dalla Disney

Nel romanzo originale de La Sirenetta, le gambe della protagonista dolgono costantemente, come se ella stesse camminando su un tappeto di coltelli. Al principe piace vederla danzare, e lei lo fa per lui nonostante il dolore atroce. Alla fine, lui sposa un'altra e la sirenetta si uccide.

Pubblicato il 26/10/2020
Fonte: Wikipedia inglese (link alla fonte principale)
La versione moderna della fiaba de La Sirenetta, arrivata a noi anche grazie alla Disney, è sicuramente affascinante e rassicurante. La protagonista sale in superficie e dopo una serie di ostacoli si aggiudica l'amore del principe.
La versione originale de La Sirenetta, scritta dall'autore danese Hans Christian Andersen, era un po' più oscura e forse non è consigliabile leggerla a un bambino, se si vuole evitare di fargli sviluppare una brutta fobia del mare.
Tra le altre cose è presente un sottotesto religioso, ma soprattutto il principe è un bastardo, e la storia è piena di dettagli decisamente macabri. La gente si dissolve, viene pugnalata o torturata dalle ostriche, e i nemici non sono le streghe di mare ma piuttosto la natura dell'essere umano.
Il finale, poi, non è il massimo.

Nel libro, la sirenetta scopre che le sirene non hanno un'anima. Anche se vivono più degli umani, arrivando a 300 anni, una volta morte esse diventano schiuma, mentre l'anima dell'essere umano ha vita eterna. Ella decide dunque di diventare umana, e si rivolge alle streghe del mare.
La strega le fornisce una pozione che le fa crescere le gambe, chiedendo in cambio la bellissima voce della Sirenetta. La avvisa, però, che non sarà ma più in grado di tornare nel mare. Inoltre, da umana le gambe le avrebbero fatto provare un dolore atroce. Otterrà un'anima, inoltre, soltanto se conquisterà l'amore di un principe e lo sposa, perché in quel caso una parte dell'anima di lui fluirà dentro di lei. Altrimenti, all'alba del primo giorno dopo quello in cui lui avesse sposato un'altra, la Sirenetta sarebbe morta e si sarebbe dissolta nel mare come schiuma.


Il principe e la Sirenetta
Il principe e la Sirenetta / Edmund Dulac


Una volta completata la sua trasformazione, ella viene trovata nuda e svenuta dal principe nel suo palazzo. Lui è incantato dalla sua bellezza, anche se è muta, e le piace molto il modo in cui lei danza. La Sirenetta danza per lui nonostante il dolore enorme sofferto ad ogni passo. Presto la Sirenetta diventa la preferita del principe, ma questo non si innamorerà mai di lei. Piuttosto, si innamora della principessa di un regno adiacente, e il loro matrimonio viene celebrato a bordo di una nave. Il cuore della Sirenetta si spezza, e prima della prossima alba decide di togliersi la vita. Le sue sorelle emergono dall'acqua per portarle un coltello: se la Sirenetta lo userà per uccidere il principe e farà gocciolare il suo sangue sui propri piedi, ella tornerà una sirena e tutte le sofferenze finiranno.
Ma la Sirenetta non riesce a compiere il delitto e si getta dalla nave. Il suo corpo diventa schiuma. Tuttavia, invece di cessare di esistere, ella sente il calore del sole e scopre di essersi trasformata in un essere luminoso ed etereo, una figlia dell'aria. Ascendendo nell'atmosfera, incontra altre ragazze che le spiegano che ella è diventata come loro perché aveva desiderato un'anima eterna.

Le sorelle della Sirenetta le portano il pugnale
Le sorelle della Sirenetta le portano il pugnale / Helen Stratton

Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!