Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

La mutazione del gene hDEC2, che permette al corpo di recuperare le energie con poche ore di sonno

Solo l’1-3% della popolazione ha la mutazione del gene hDEC2, che permette al corpo di recuperare le energie anche con poche ore di sonno

Pubblicato il 26/09/2017
Fonte: nih.gov, Focus, Cnn (link alla fonte principale)
Che tipo di rapporto avete con il sonno? Siete di quelle persone che, se dormono meno di 8 ore, cominciano a “perdere i colpi”? O siete persone a cui bastano meno di 7 ore per sentirsi completamente riposate?

Qualche anno fa un team della University of California, di San Francisco, ha condotto una serie di ricerche per individuare le differenze genetiche che sottostanno al nostro bisogno di sonno individuale.
Con una pubblicazione su Science, i ricercatori hanno annunciato di aver studiato una famiglia con due “early risers”: due persone che riuscivano a riposare anche dopo pochissime ore di sonno.
Il gene individuato, che in queste due persone era mutato, è chiamato hDEC2. La mutazione di questo gene influisce sul 385esimo aminoacido della proteina DEC2, che, invece di essere prolina, è arginina.
I membri della famiglia con la mutazione dormivano in media 6,25 ore a notte, a differenza delle 8 ore degli altri membri.

Bisogna però ricordare che la mancanza di sonno può far male alla salute, anche per le persone con questa mutazione. Le conseguenze possono essere, tra le altre, un aumento di peso e del rischio di diabete.

Rimane che questo gene sarebbe utilissimo a tutti.

Uomo al cellulare
Eddy Billard su Unsplash
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!