Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Le paure per il corpo delle donne quando i primi treni vennero introdotti negli USA

Quando i primi treni vennero introdotti negli USA, era abbastanza diffusa la paura che “il corpo delle donne non fosse fatto per andare a 80 km/h”, visto che “con quella accelerazione il loro utero poteva schizzare fuori dal corpo”

Pubblicato il 22/06/2018 alle 21:41
Fonte: Wall Street Journal
L’antropologa culturale Genevieve Bell ha scritto un articolo sul Wall Street Journal TECH, esplorando le reazioni di paura relative alle nuove tecnologie.
Un esempio abbastanza curioso ed eclatante viene dalle prime locomotive a vapore. Quando vennero introdotte negli USA, ad esempio, si pensava che i corpi delle donne non fossero fatti per andare a una velocità così elevata (80 km all’ora). La paura era che una tale e improvvisa accelerazione avrebbe fatto schizzare l’utero fuori dal corpo.
Altri, invece, temevano che ogni corpo umano potesse sciogliersi ad alte velocità.
La studiosa attribuisce queste reazioni al “panico morale” che una società esperisce quando tecnologia particolarmente rilevanti si mostrano al mondo. Specialmente quelle che possono alterare la nostra vita, interferendo con la nostra relazione con il tempo e lo spazio, e quella degli uni con gli altri. Esempi più recenti, ovviamente, sono dati da internet e la telefonia mobile.

prime locomotive
Litografia "Locomotive Engine, 'The Rocket', 1830" pubblicata da The Leadenhall Press il 16 luglio 1894 // Wikimedia // Pubblico Dominio

Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!