Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Tim Friede, l'uomo che vuole diventare immune al veleno di serpente

Tim Friede, uno “scienziato dilettante” del Wisconsin, si è fatto mordere da oltre 160 serpenti diversi per diventare totalmente immune al veleno di questi animali. Negli ultimi 20 anni, è sopravvissuto a morsi da parte diversi serpenti letali. Ha anche sopportato il morso di un mamba nero, uno dei serpenti più velenosi del mondo. Il suo obiettivo è sviluppare un “vaccino” contro i morsi di serpente - o morire.

Pubblicato il 27/12/2020
Fonte: independent.co.uk (link alla fonte principale)

Uno scienziato amatoriale di nome Tim Friede sta conducendo una serie di "esperimenti" alquanto controversi. In questi anni, si è lasciato mordere ben 160 volte da vari tipi di serpenti, con l'obiettivo di diventare totalmente immune al veleno di questi animali.

L'ossessione di Tim Friede è trovare un antidoto ai morsi velenosi di serpente, che, si dice, uccidono circa 100.000 persone l'anno. "Non mi fermerò finché non avrò creato il vaccino – o finché non morirò".

Di recente, Mr Friede è stato morso da un taipan e da un mamba nero, due dei serpenti più velenosi del mondo, che egli tiene nella sua casa in Wisconsin. Ha riportato che, oltre al dolore e al gonfiore, non ha sofferto altre conseguenze.

Sono 16 anni che Tim Friede cerca di realizzare un'immunità naturale ai serpenti più noti. Uno special TV di Barcroft USA ha testimoniato il suo successo, riprendendo l'uomo mentre si faceva mordere dal mamba nero. Nel 2013 ha cercato di farsi morder cinque volte in 48 ore da altri serpenti velenosi, mentre lo scrittore Kent Russel lo osservava.

Sul suo canale Youtube, Friede posta video in cui si fa mordere e in cui risponde aspramente a chi lo critica. Tra questi c'è un gran numero di scienziati e medici professionisti, ma anche di esperti di rettili velenosi. Tutti ritengono che un potenziale beneficio portato da un eventuale successo non valga assolutamente i rischi corsi dall'uomo.

Tim Friede ha però attirato anche l'attenzione di medici e scienziati che ritengono che il suo pericoloso hobby possa, effettivamente, condurre a un migliore trattamento per i morsi dei serpenti. Friede spera che il suo sangue possa essere usato per produrre un vaccino contro i morsi dei serpenti velenosi.

Tim Friede, che sta sviluppando l'immunità al veleno di serpente
Peter Prato
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!

Continua a leggere