Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

In Polonia c'è un acquedotto che utilizza otto vongole per testare la qualità dell'acqua

In Polonia c'è un acquedotto che testa la qualità dell'acqua usando otto vongole con dei sensori collegati al guscio. Le vongole sono in grado di individuare metalli pesanti e agenti tossici nell’acqua: se lo fanno, i gusci si chiudono. Quando lo fanno, il rifornimento idrico della città viene interrotto.

Pubblicato il 23/09/2021

A Varsavia c'è un impianto idrico conosciuto come Gruba Kaska e diventato famoso per il suo non convenzionale metodo per controllare la qualità dell'acqua. Vengono utilizzate semplicemente otto vongole, connesse a dei sensori che inviano dati a dei computer. Sono loro a monitorare l'acqua potabile della città.

Quando i molluschi rilevano qualcosa di insolito e potenzialmente dannoso, come metalli pesanti, pesticidi o altri inquinanti, i loro gusci si chiudono. L'idea è stata sviluppata da Piotr Domek, dell'Università di Poznan, che ha lavorato al progetto per tre decenni.

Domek e i suoi colleghi raccolgono le vongole da ambienti naturali. Attaccando una bobina e un magnete al guscio, possono rilevarne i movimenti. Se il guscio si chiude, l'impianto idrico si ferma.

Le vongole in questo impianto idrico controllano la qualità dell'acqua
Le vongole in questo impianto idrico controllano la qualità dell'acqua / Piotr Domek
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!