Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

La musichetta per intrattenere le persone in attesa durante le telefonate è nata per via di una linea telefonica difettosa

La pratica di riprodurre musichetta per intrattenere le persone in attesa durante le telefonate è iniziata per via di una linea telefonica difettosa. In una compagnia, un filo scoperto toccava una trave di metallo, e faceva in modo che l'intero edificio fungesse da gigante ricevitore. Questo permetteva a chi faceva telefonate di sentire musica dalle stazioni radio locali mentre veniva messo in attesa.

Pubblicato il 14/11/2021

Nel 1962, l'imprenditore Alfred Levy scoprì che la stazione radio accanto all'edificio della sua compagnia telefonica stava interferendo con le telefonate. Un cavo scoperto, infatti, toccava una trave di metallo, connessa con l'intero edificio. Questo trasformava il palazzo in un enorme ricevitore radio, e le persone che venivano messe in attesa durante le telefonate, invece di udire un completo silenzio, sentivano le canzoni e i programmi trasmessi dalla stazione radio locale.

Levy, da vero imprenditore, seppe cogliere il potenziale in questo evento casuale e sfruttò l'occasione per brevettare "Music On Hold". Fu così che, negli anni '60, nacque la musichetta per l'attesa durante le chiamate telefoniche. Dopo due decenni, un prototipo digitale permetteva di inserire un messaggio pre-registrato su cassetta direttamente nel chip di ogni telefono, e a fine decennio i messaggi e le musiche "On Hold" vennero prodotte in massa e distribuite per tutti gli Stati Uniti.

Alcune ricerche hanno dimostrato che la musichetta aumenta del 98% il tasso di ritenzione degli utenti, permettendo di perdere molte meno persone in attesa e di ridurre anche la percezione soggettiva del tempo passato in attesa, soprattutto se la musichetta viene alternata a messaggi vocali.

Qualsiasi sia la vostra opinione sui messaggi registrati, li dobbiamo a un difetto in una linea telefonica e ad un imprenditore che seppe cogliere l'occasione.

Telefoni pubblici vintage
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!