Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

La straordinaria capanna preistorica fatta con le ossa di mammut scoperta a Mezherich, Ucraina

Nel 1965, mentre scavava per espandere il suo scantinato, un contadino ucraino ha dissotterrato un pezzo di mascella di mammut. Continuando a scavare, scoprì che l’osso faceva parte di una grossa struttura, e ulteriori scavi hanno rivelato la presenza di ben 4 capanne, composte da un totale di 149 ossa di mammut. Queste piccole abitazioni, che risalgono a circa 15.000 anni fa, custodivano una mappa incisa su un osso, degli ornamenti in ambra e i resti di un antico tamburo.

Pubblicato il 14/03/2021
Fonte: Don's Maps: Resources for the study of Archaeology (link alla fonte principale)

Uno straordinario esempio di abitazione preistorica era la capanna fatta con le ossa degli animali. In particolare, grazie alle sue dimensioni, il mammut è uno degli animali che permetteva di realizzare questo tipo di costruzione.

Nel 1965, a Mezherich, Ucraina, venne fatta una scoperta archeologica incredibile. Un contadino, mentre scavava nella sua cantina, quasi due metri sottoterra, si è imbattuto nella parte inferiore di una gigantesca mascella di mammut. L'osso era rovesciato, ed era stato incastrato nel pezzo di un'altra mascella.

Una serie di scavi successivi ha rivelato un intero anello composto da queste ossa, che formava la solida base di una capanna circolare, dal diametro di circa quattro o cinque metri. Circa tre dozzine di zanne incurvate di mammut era state usate come supporto ad arco per il tetto, alcune di esse ancora inserite nei teschi.

Una delle capanne composte di ossa di mammut

Si stima che il numero totale di ossa incorporate in una struttura dovevano appartenere ad almeno novantacinque mammut (molti dei quali, come dimostrano i segni sulle ossa lasciati dai carnivori, trovati già sotto forma di carcasse). Trascinare gli enormi teschi attraverso il paese dovette essere in ogni caso un'impresa non da poco, visto che perfino i più piccoli dovevano pesare almeno 100 chilogrammi.

È probabile che questa struttura, estremamente solida, venisse ricoperta di pelli. A Mezherich vennero scoperte in tutto quattro capanne, composta da un totale di 149 ossa. All'interno delle capanne di Mezherich vennero rinvenuti diversi artefatti di grande valore archeologico: ornamenti d'ambra e di conchiglie, trasportati da una distanza di almeno 350-500 kilometri. Inoltre, sono stati trovati i resti di uno dei più antichi strumenti a percussione mai trovati, un "tamburo" anch'esso realizzato con ossa di mammut, e dipinto con punti e linee di ocra rossa.

Inoltre, sul sito venne trovata una mappa incisa su un osso, che mostrava presumibilmente l'area circostante l'insediamento.

Una delle capanne composte di ossa di mammut Mappa di Mezhyrich disegnata sull'osso di un mammut, trovata sul sito archeologico
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!