Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

In una zona dell'India dove non esistono ambulanze, quest'uomo scorta i malati in ospedale usando la moto

Nel 1995 la madre di Karimul Haque, un lavoratore in una piantagione di tè in India, morì a causa della mancanza di un servizio di ambulanza nel villaggio. Da allora, l'uomo decise che non avrebbe permesso che ciò accadesse a nessun altro. Iniziò ad usare la sua moto per portare le persone malate agli ospedali, e dal 1998 ha aiutato tra i 5000 e le 5500 malati, provenienti da oltre 20 villaggi, senza chiedere nulla in cambio.

Pubblicato il 17/01/2021
Fonte: Wikipedia inglese (link alla fonte principale)

Karimul Haque lavora in una piantagione di tè di West Bengal, India.

La sua storia personale ebbe una svolta nel 1995, quando si trovò costretto a fare porta a porta per cercare aiuto per sua madre, che stava avendo un infarto in un villaggio non coperto da un servizio di ambulanza.

Sua madre dovette morire a casa. Haque, con il cuore spezzato da questo evento, giurò che non avrebbe permesso che questo accadesse a nessun altro. Così ideò il piano per cui, poi, sarebbe stato conosciuto come il "Dada della Moto-Ambulanza": l'ispirazione gli venne quando uno dei suoi colleghi svenne sul lavoro, e l'assenza di una regolare ambulanza spinse Haque a legarselo alla schiena e a portarlo in ospedale con la moto. Il suo collega si riprese e questo spinse Karimul Haque ad offrire questo servizio a chiunque ne avesse bisogno.

Dal 1998, Haque ha fornito il servizio d'ambulanza ad oltre 20 villaggi intorno al suo: una zona in cui strade ed elettricità ancora non sono presenti, e l'ospedale più vicino è a circa 45 kilometri. Ad oggi, ha portato in ospedale tra le 5000 e le 5500 persone, senza chiedere nulla in cambio.

Oltre al passaggio, Karimul offre anche un aiuto di primo soccorso, grazie all'addestramento ricevuto da medici dei villaggi.

Nel 2017, per il suo lavoro, ha ricevuto il riconoscimento Padma Shri, una medaglia al merito civile e la quarta più alta onorificenza civile della Repubblica indiana.



Karimul Haque e la sua moto-ambulanza
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!