Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Secondo alcuni esperti, i cani misurano il tempo con l’olfatto

Secondo alcuni esperti, i cani misurano il tempo con l’olfatto. Annusando, percepiscono il cambiamento degli odori durante la giornata, e sanno da quanto tempo i loro padroni sono via in base a quanto il loro odore si è dissipato da quando sono usciti di casa

Pubblicato il 20/06/2019
Fonte: akc.org, wired.com (link alla fonte principale)
Sappiamo tutti che l’olfatto dei cani è incredibile. Il naso di un cane possiede più di 200 milioni di recettori, comparati ai 5 milioni dei nasi umani. Ed è proprio per questo che, se addestrati, possono essere decisamente utili per scovare determinati tipi di sostanze.

A quanto pare questo potente senso permette loro anche di scandire il tempo.
Alexandra Horowitz, ricercatrice al Dog Cognition Lab del Barnard College, ritiene che, grazie al fatto che gli odori delle stanze cambiano nel corso della giornata, i cani possano capire – indicativamente, ovviamente – che ora sia.
I cani possono anche capire chi è stato nelle varie parti della casa, ma anche quanto tempo è passato. Per questo, la dottoressa Horowitz ipotizza che siano in grado di stimare quanto tempo è passato dall’ultima volta che il loro padrone è stato in casa (e con questo verrebbe sfatato un mito popolare secondo cui i cani non sono in grado di contare il tempo). L’intensità dell’odore del padrone sarebbe l’indizio fondamentale: più è debole l’odore, più tempo è passato. Allo stesso modo, il motivo per cui i cani sembrano capire quando il padrone sta tornando è che lo sentono arrivare – percepiscono l’odore che si fa più forte.
La ricercatrice sottolinea quanto sia importante per i cani poter annusare i propri dintorni. È questo, a conti fatti, il loro modo di conoscere ed esplorare il mondo.



Husky
pixel2013 da Pixabay



Naso di un cane
careyne da Pixabay

Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!