Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Hennig Brand, l'alchimista che scoprì il fosforo nell'urina umana

Hennig Brand, un alchimista tedesco, era convinto che potesse distillare l’oro dall’urina umana. Nel 1660 raccolse 5500 litri d’urina: bollendola, scoprì l’elemento del fosforo

Pubblicato il 28/05/2019 alle 21:25
Fonte: Npr.org, Wikipedia inglese (link alla fonte principale)
La storia della scienza è piena di incidenti felici. Alcuni sono un po’ più bizzarri di altri. Hennig Brand era un alchimista tedesco: negli anni ’60 del 1600, lavorò a un progetto molto particolare.
Dopo aver sposato due ricche signore, poté sfruttare i loro soldi per provare a fare altro oro, sulla scia della leggenda della pietra filosofale, e del mito che si potesse, in qualche modo, trasmutare materiali senza valore in metalli preziosi.
Brand era convinto di poter distillare l’oro da un’altra sostanza dorata meno nobile: l’urina umana.
Costruì un laboratorio nel suo scantinato, e assunse il figliastro come assistente. Iniziò a collezionare il materiale che gli serviva. Non abbiamo informazioni su come possa esserci procurato l’urina, ma i resoconti suggeriscono che ne abbia raccolto più di 5500 litri.
Alla fine, la persistenza di Brand valse a qualcosa: non ottenne l’oro, ma una sostanza bianca, simile a una cera che brillava nell’oscurità.
Era il fosforo, un elemento molto potente, che venne usato per produrre esplosivi e fertilizzanti sintetici.



L'Alchimista che scopre il fosforo, Joseph Wright, 1771
L'Alchimista che scopre il fosforo, Joseph Wright, 1771

Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!