Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Fatti di Cronaca Divertenti o Insoliti
Videogiochi
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Chung Ju-yung, fondatore della Hyundai, rubò una mucca per fuggire dalla povertà e ne restituì 1000 dopo essere diventato ricco

Chung Ju-yung, fondatore del gruppo Hyundai, nacque in una famiglia di poveri contadini in quella che oggi è la Corea del Nord. Negli anni '30, Chung rubò una delle mucche del padre per comprare il biglietto per un treno diretto a Seoul, nel tentativo di fuggire dalle miserabili condizioni di vita del suo villaggio. Nel 1998, mandò 1001 mucche ai contadini poveri della Corea del Nord, per ripagare 1000 volte quella mucca che aveva rubato molti decenni addietro.

Pubblicato il 08/11/2020
Fonte: New York Times, Wikipedia inglese (link alla fonte principale)
Chung Ju-yung è stato un imprenditore sudcoreano, fondatore del Gruppo Hyundai. Arrivato ad essere uno degli uomini più ricchi del mondo, era nato in condizioni di terribile povertà, in un villaggio della provincia Kangwon (Nord Corea) ai tempi della dominazione Giapponese. La sua era una famiglia contadina, di cui era il primo di sette figli. Da piccolo, Chung sognava di diventare un maestro di scuola, ma le sue speranze vennero ben presto distrutte dalle sue condizioni familiari, che impedivano l'accesso a qualunque opportunità di studio.
Chung frequentò una scuola locale, condotta da suo nonno, ma dovette suddividere il proprio tempo tra studio e lavoro in fattoria.
Il suo talento per gli affari si palesò prestissimo, durante un viaggio che Chung fece nella città vicina per vendere il legname. L'atmosfera della città, insieme agli articoli che leggeva sui giornali, stuzzicavano la sua immaginazione e presto Chung Ju-yung si stancò della povertà e si decise a cercare nuove opportunità altrove.
Fece diversi tentativi di fuga, ma ogni volta il padre lo scovò e lo costrinse a tornare a casa. Per il terzo tentativo, rubò una delle mucche del padre per pagare 70 won per un biglietto per il treno per Seoul. A Seoul Chung iniziò a studiare contabilità, ma dopo due mesi il padre lo trovò di nuovo e lo riportò a casa.
Nel 1933, quando Chung Ju-yung aveva 18 anni, fece il quarto tentativo di fuga, insieme ad un amico che stava invece fuggendo da un matrimonio combinato.
A Seoul cercò qualsiasi lavoro potesse trovare, ma ben presto, dopo un po' di mestieri umili, mise su un officina che ebbe un buon successo. Nel 1946, dopo la liberazione della Corea dal controllo Giapponese, Chung fondò la Hyundai e poté sfruttare l'era di ricostruzione e industrializzazione post-guerra. Vincendo diversi appalti governativi, costruì buona parte delle nuove infrastrutture della Sud Corea.

Molti decenni dopo, quando ormai la Hyundai era diventato un colosso internazionale, Chung Ju-yung decise di restituire quella mucca che aveva rubato al padre durante uno dei suoi tentativi di fuga. Donò infatti 1001 mucche (o 500, secondo alcune versioni della storia) portandole oltre il confine con la Nord Corea. L'obiettivo era dare sollievo ai contadini poveri della Corea del Nord, che sono tra quelli che più soffrono l'isolamento politico della nazione.

Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!