Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Quando il vice-ammiraglio Peter Jansen Wessel di Norvegia chiese le munizioni al nemico

Nel 1714 un capitano norvegese e uno inglese ebbero una battaglia navale di 14 ore. Alla fine, entrambe le imbarcazioni erano pesantemente danneggiate, e i norvegesi erano a corto di munizioni. Il capitano mandò un inviato alla nave inglese, chiedendo se poteva prendere in prestito alcune delle loro. Risposero di no.

Pubblicato il 26/01/2020 alle 21:02
Fonte: Wikipedia inglese (link alla fonte principale)
Durante la Grande guerra del Nord, un lungo conflitto per l'egemonia sul Mar Baltico che si tenne tra il 1700 e il 1721, la Danimarca-Norvegia si oppose (insieme ai russi e al principe di Sassonia) alla Svezia di Carlo XII.
Uno degli eroi norvegesi, ai tempi, era Peter Jansen Wessel, conosciuto anche come Peter Tordenskiold. Iniziò a combattere all'età di 15 anni, e diventò vice-ammiraglio in poco tempo, per poi morire in battaglia a 30 anni.
Wessel, però, fu giudicato sconsiderato da molti, e finì anche sotto la corte marziale per un episodio avvenuto il 26 luglio del 1714. Nei pressi della città norvegese di Lindesnes, Wessell pattugliava sulla nave Løvendals Gallej, quando passò una fregata con bandiera inglese, la De Olbing Galley, che stava trasportando armi per gli svedesi.
L'Inghilterra non era in guerra con la Norvegia-Danimarca, ma l'altra nave sparò e Wessel si preparò alla battaglia. La nave nemica abbassò la bandiera inglese e alzò quella svedese.
Il coraggioso Wessel trovò nell'altro capitano, Bactmann, un avversario di valore. Il combattimento durò tutto il giorno, e Bactmann provò a scappare durante la sera, ma senza successo.
Dopo una pausa per la notte, la battaglia riprese, ma dopo 14 ore di lotta le due navi erano pesantemente danneggiate. Wessel era senza munizioni, e mandò un inviato sulla nave inglese, ringraziando cortesemente l'altro capitano per il duello, e chiedendo se per caso potesse prendere in prestito alcune munizioni per continuare la lotta. La sua richiesta venne respinta, ma il capitano inglese approfittò del fatto che era libero di far passare la propria nave. I due duellanti bevvero l'uno alla salute dell'altro, prima che le navi si separassero.

Quando gli venne riferita la faccenda, il Re di Danimarca Federico IV chiese di accusare Wessel in corte marziale, per il fatto di aver passato al nemico informazioni vitali come la mancanza di munizioni. Alla fine, Wessel venne assolto dalle accuse e uscì brillantemente dal processo.


 Peter Jansen Wessel
Peter Jansen Wessel
"Paa kanoner og pokaler" ("Su pistole e bicchieri"), un dipinto del 1925 raffigurante la battaglia del 1714


Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!