Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

La medusa che, quando punge, infligge alle vittime una terribile sensazione di condanna

C'è una medusa il cui pungiglione infligge alle vittime un senso di condanna imminente. Chi viene punto prova un terrore così forte e costante che, si dice, prega i dottori di ucciderlo pur di liberarsene

Pubblicato il 22/11/2018 alle 19:42
Fonte: abc.net.au, Wikipedia inglese (link alla fonte principale)
Si chiama sindrome di Irukandji ed è causata dalla puntura di alcune cubomeduse, tra cui la Carukia barnesi e la Malo kingi.
Il nome della sindrome deriva dagli aborigeni Irukandji, che vivono nel Queensland, Australia, uno dei luoghi dove il veleno di queste meduse colpisce di più.

Le meduse responsabili della sindrome sono piccole, e all'inizio la puntura non si nota neanche. Ma entro due ore, la vittime avverte mal di testa, dolori, nausea, ansia, tachicardia e, in alcuni casi, una terribile sensazione di condanna.
La morte sembra così certa che, a quanto pare, i pazienti pregano i dottori di ucciderli per scappare dal terrore.

Per fortuna, i sintomi possono scomparire già dopo poche ore.

Malo kingi
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!