Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Nel 2020 la Liberia smetterà di abbattere alberi

La Liberia diventerà la prima nazione africana a fermare completamente l'abbattimento degli alberi, in cambio di fondi per lo sviluppo. La Norvegia darà alla nazione africana 150 milioni di dollari per fermare la deforestazione entro il 2020.

Pubblicato il 22/01/2020 alle 20:29
Quest'anno la Liberia diventerà la prima nazione africana a fermare del tutto l'abbattimento degli alberi, in cambio di fondi per lo sviluppo della nazione.
Nel 2014, infatti, la Norvegia ha stretto un accordo per fornire 150 milioni di dollari alla Liberia, se questa avesse fermato la deforestazione.
Il paese ospita una parte significativa delle foreste pluviali dell'Africa Occidentale, e conserva un considerevole patrimonio di biodiversità, tra cui le popolazioni di specie in estinzione.

Nel 2012 la presidente Sirleaf aveva suscitato forti polemiche dopo aver concesso a diverse compagnie i permessi per la deforestazione. Le proteste hanno spinto il governo a cancellare i permessi.
Alcuni ricercatori avevano anche collegato la scoppio dell'epidemia di ebola con la deforestazione di massa, dal momento che l'abbattimento degli alberi ha forse portato le persone in contatto con riserve naturali del virus.

L'accordo tra Norvegia e Liberia prevede che la seconda metta il 30% delle proprie foreste sotto protezione, impiegando anche fondi a beneficio delle comunità impegnate nella sua conservazione. I norvegesi si augurano che questo accordo possa ridurre le emissioni e la povertà allo stesso tempo. I norvegesi pagheranno dopo che verifiche condotte da team terzi avranno verificato che tutti gli alberi sono rimasti al loro posto.


Foresta tropicale a Konimbo, Liberia
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!