Homepage Popolari Wonews
Animali
Persone
Celebrità
Tecnologia
Scienze
Società
Storia
Cibo
Mondo
Piante
Serie tv e Cinema
Seguici sui social
Un progetto di
WORLD OPEN NEWS

Ecco come gli alberi riconoscono i propri figli

Alcune ricerche mostrano che gli alberi riconoscono i propri figli, mandando loro più nutrimento attraverso le reti sotterranee, e facendo posto alle loro radici ritirando le proprie

Pubblicato il 28/08/2018 alle 19:43
Fonte: ABC, Wikipedia inglese (link alla fonte principale)
Abbiamo già parlato in precedenza del sorprendente fatto che gli alberi comunicano tra di loro, attraverso reti composte da funghi che si attaccano alle loro radici. Radici e funghi formano la micorriza, una rete soprannominata wood wide web. Gli alberi si mandano segnali chimici e si scambiano sostanze nutritive, ad esempio il carbonio.

Wood Wide Web, rete di alberi connessi tra di loro
Sreen da BBC News
Wood Wide Web, rete di alberi connessi tra di loro
Sreen da BBC News


Alcune importanti ricerche su questo argomento sono di Suzanne Simard, della University of British Columbia. Nel 1997, in uno studio pubblicato sulla rivista Nature, la professoressa Simard ha usato dei radioisotopi per tracciare gli scambi di carbonio, nitrogeno e acqua in una “comunità” di alberi.
Si è potuto confermare che gli alberi, proprio come gli esseri umani e le pagine web, formano reti fortemente interconnesse, supportandosi a vicenda.

In un TED Talks del 2016, la dottoressa Simard ha sostenuto che gli alberi riconoscono la propria prole, e che danno ai propri figli la priorità per quanto riguarda le sostanze nutritive spedite attraverso la micorriza. Ma non solo. È possibile che le “madri albero” facciano spazio alla propria progenie, “trattenendo” le proprie radici per favorirne la crescita.

Bisogna specificare che si tratta di affermazioni che necessitano di ulteriori conferme. Peter Wohlleben, una guardia forestale che ha scritto un libro avanzando teorie simili a quelle della professoressa Simard, è stato criticato dalla comunità scientifica, e le sue affermazioni sono state bollate come “fiabe”.

Alberi nella foresta
Foto di Johannes Plenio da Pixabay
Non perderti neanche un articolo, seguici su Facebook!